La fortuna di Dante nel Ventennio

«Ahi serva Italia, di dolore ostello»

La Fortuna di Dante nel Ventennio - «Ahi serva Italia, di dolore ostello»

Mostra storico-documentaria a cura di
Franco D’Emilio e
Francesco Minutillo

Dal 15 maggio al 22 agosto 2021
Forlì, Piazza Saffi, angolo Via Volturno
Palazzo Bianchedi (Via Volturno 3)


Orari di apertura al pubblico

  • Lunedì: chiusa
  • Martedì: chiusa
  • Mercoledì: chiusa
  • Giovedì: chiusa
  • Venerdì: 10:00 - 12:30 / 16:00 - 19:00
  • Sabato: 10:00 - 12:30 / 16:00 - 19:00
  • Domenica: 10:00 - 12:30 / 16:00 - 19:00

NOTA - Per l'ingresso in mostra NON è necessario il "green pass"

Per prenotare una visita guidata alla mostra contattateci


Nella ricorrenza del prossimo VII° centenario della morte di Dante la mostra storica “Ah serva Italia, di dolore ostello” - La fortuna di Dante nel Ventennio, promossa dall’Associazione Culturale Forlivese ADESSO&DOMANI e curata da Franco D’Emilio e Francesco Minutillo, offre un percorso sulla celebrazione fascista del Sommo Poeta, consapevole che anche la conoscenza di questo aspetto, non privo di toni retorici, possa contribuire alla maggiore conoscenza di un nostro recente passato, ancora tanto discusso.

Durante il Ventennio è grande la fortuna di Dante, sostenuta con evidenti intenti propagandistici dalla politica culturale del Fascismo: prima di allora, la conoscenza dell’opera dantesca è confinata nelle stanze di studiosi accademici, perlopiù storici della letteratura o medievisti, oppure di cultori delle glorie patrie e persino sconosciuta ai più resta La Divina Commedia, nonostante la popolarità delle sue terzine, declamate a memoria tra la Toscana, l’Umbria e le Marche.

Con il Fascismo Dante diventa protagonista di primo piano, figura di intellettuale, davvero capace di influenzare l’ideologia, la politica del momento e, come tale, araldo nel mondo della nuova gloria sui colli fatali di Roma.

Di Dante sono congeniali al regime gli ideali universali e il rigore etico, la concezione politica e la visione profetica, l’amore per un’Italia unita, libera, di nuovo gloriosa, insomma Dante è anticipatore del sogno mussoliniano, addirittura ispiratore della Marcia su Roma con una citazione nella versione del 1919 dell’inno fascista Giovinezza.

Dante e Fascismo binomio indissolubile di un nuovo destino italiano.

Nel corso del Ventennio

  • si conta un numero di edizioni de La Divina Commedia, proporzionalmente molto superiore a quello nei successivi 50 anni del secondo dopoguerra;
  • un profilo, pur breve, biografico di Dante e passi significativi del suo poema sono inseriti nei testi scolastici sin dalle elementari;
  • nel 1923 con la riforma scolastica di Giovanni Gentile lo studio della Commedia viene introdotto in tutte le scuole superiori;
  • la conoscenza del pensiero e dell’opera di Dante entrano nei programmi educativi delle organizzazioni giovanili del Partito Nazionale Fascista;
  • nel palinsesto delle sue trasmissioni l’EIAR, ente radiofonico di stato, prevede letture e commenti di brani del poema dantesco.

Poi, alla caduta del Fascismo Dante subisce l’epurazione, come tanti fascisti, costretto, quasi soffocato nei programmi liceali, spesso bandito dai corsi universitari, in conclusione ampiamente estromesso dal novero dei grandi italiani.

Una sorta di sotterranea damnatio memoriae di un valore certo del passato, appunto Dante, che, per dirla ancora con parole di Gentile, resta comunque simbolo di una sua duplice immortalità: quella personale dopo la morte e quella identitaria di un’intera nazione.

Prenotate una visita guidata!

Per prenotare una visita guidata alla mostra contattateci

Galleria fotografica

Fare un clic su un'immagine per ingrandirla.

News

Per restare costantemente aggiornati sulle novità riguardanti la Mostra, mettete "Mi piace" alla nostra pagina Facebook ufficiale!

Prenotazione catalogo

Copertina del catalogo della Mostra

Prenotate la vostra copia cartacea del catalogo (tiratura limitata) compilando il seguente form...

Per vedere questa risorsa accetta i c o o k i e di "terze parti" (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

Organizzata da:

Adesso & Domani - Cultura e Identità, libera Associazione culturale Forlì

Con il patrocinio di:

Gimelli Agenzia - Power Quality

Contatti / Contacts

Informativa sulla Privacy
Inviandoci un messaggio tramite questo form, o usando direttamente l'indirizzo di posta elettronica indicato in questa pagina, il trattamento dei dati personali che La riguardano sarà svolto nel rispetto di quanto stabilito dal Regolamento UE 2016/679 (GDPR). Il Titolare, nel rispetto del GDPR, ne curerà l'archiviazione per fini conformi alle interazioni manifestate dal Visitatore e soltanto per il tempo strettamente necessario alla verifica e valutazione delle indicazioni fornite, ai fini dello scambio di informazioni o di contatti. Per conoscere in dettaglio le nostre politiche sulla Privacy, si prega di consultare l'informativa estesa all'indirizzo https://www.mostrafortunadante.it/privacy.html. Per richiedere informazioni, variazioni, o per opporvi al trattamento e chiedere la cancellazione dei Vostri dati, presenti nei nostri archivi, potete scriverci tramite questo stesso form o inviandoci un messaggio all'indirizzo email: info@mostrafortunadante.it

Privacy Policy
By sending us a message through this form, or by directly using the e-mail address indicated in this page, the processing of personal data concerning you will be carried out in compliance with EU Regulation 2016/679 (GDPR). The Owner, in compliance with the GDPR, will take care of archiving for purposes consistent with the interactions shown by the Visitor and only for the time strictly necessary for the verification and evaluation of the information provided, for the purpose of exchanging information or contacts. To find out more about our privacy policies, please see the extended information at https://www.mostrafortunadante.it/privacy.html. To request information, changes, or to oppose the treatment and request the cancellation of your data, present in our archives, you can write to us using this same form or by sending us a message to the email address: info@mostrafortunadante.it